La marcatura CE dei giocattoli

La marcatura CE dei giocattoli è una procedura obbligatoria per tutti i prodotti disciplinati dalla direttiva 2009/48/CE. Deve essere eseguita dall’operatore economico Europeo (fabbricante, importatore e/o mandatario) che immette sul mercato comunitario un prodotto che rientra in tale direttiva. L’operatore economico dichiara per mezzo della dichiarazione di conformità che il suo prodotto è conforme ai requisiti di sicurezza e salute previsti dalla direttiva 2009/48/CE.

Introduzione alla Marcatura CE dei giocattoli

La direttiva 2009/48/CE disciplina i giocattoli e si applica ai prodotti progettati o destinati, in modo esclusivo o meno, a essere utilizzati per fini di gioco da bambini di età inferiore a 14 anni («giocattoli»). La marcatura CE dei giocattoli è sempre obbligatoria.

La nostra società fornisce l’assistenza e la consulenza per la marcatura CE dei giocattoli ed il servizio di gestione del fascicolo tecnico.

Forniamo inoltre il servizio di estensione del fascicolo tecnico a tutti i giocattoli del Vostro catalogo

Approfondimento sulla marcatura CE dei giocattoli

I giocattoli sono tutti quei prodotti che vengono utilizzati per impegnare i bambini da zero a quattordici anni, in attività ludica. Nei giocattoli è importante la definizione della fascia di età a cui sono destinati, che deve essere indicata chiaramente sulla documentazione di accompagnamento del prodotto. Possono essere di qualsiasi forma materiale e tipo, meccanici, elettrici, chimici, in ogni caso devono soddisfare ad un requisito prioritario:

DEVONO ESSERE NON PERICOLOSI!

Per eseguire la marcatura CE dei giocattoli non è sufficiente l’etichetta o la dichiarazione di conformità come molti pensano, ma è necessario predisporre il fascicolo tecnico con tutto l’iter previsto dalle leggi. Le caratteristiche che devono essere rispettate sono contenute nella Direttiva giocattoli 2009/48/CE, nelle norme armonizzate e nei decreti nazionali che sono molto precisi e restrittivi. Quando non esiste una norma armonizzata è necessario fare eseguire delle prove da un laboratorio notificato.

Un aspetto molto importante e sui cui viene posta molta attenzione è nel merito delle sostanze che non devono essere presenti od esserlo in quantità molto ridotte all’interno dei giocattoli.

I giocattoli o giochi, non sono più tali se destinati esclusivamente ai ragazzi maggiori di 14 anni, come ad esempio i prodotti per modellismo o i puzzle con più di 3.000 pezzi.

N.B. SOLO in alcuni casi, come accennato sopra, i certificati sono indispensabili per fare la marcatura CE dei giocattoli, che invece è SEMPRE obbligatoria. I certificati CE anche se rilasciati da Organismo Notificato NON sostituiscono MAI la marcatura CE.

Ultimo ma non meno importante, un produttore extra europeo NON può eseguire la marcatura CE, anche se i suoi prodotti sono conformi alle leggi, se lo fa la marcatura è illegale. Un importatore da un paese extra UE si assume gli obblighi di un fabbricante e come tale deve fare la marcatura CE al posto suo.

La marcatura CE dei giocattoli implica inoltre la presenza ed il rispetto di un sistema di gestione per la qualità relativa all’organizzazione del fabbricante (p.e. ISO 9001)

Ci sono prodotti utilizzati dai bambini ed esclusi dalla Direttiva 2009/48/CE “giocattoli”?

La direttiva 2009/48/CE non si applica:

a) alle attrezzature per aree da gioco per uso pubblico;

b) alle macchine da gioco automatiche, a moneta o no, per uso pubblico;

c) ai veicoli-giocattolo con motore a combustione;

d) alle macchine a vapore giocattolo;

e) alle fionde e alle catapulte.

A norma della direttiva 2009/48/CE, i prodotti elencati nell’allegato I di seguito riportato non sono considerati come giocattoli:

      • Decorazioni e addobbi per festività e celebrazioni;
      • Prodotti destinati a collezionisti adulti, purché il prodotto o il suo imballaggio rechino un’indicazione chiara e leggibile che si tratta di un prodotto destinato a collezionisti di età 14 anni e superiore. Esempi di questa categoria: a) modelli in scala fedeli e dettagliati, b) kit di montaggio di dettagliati modelli in scala, c) bambole folcloristiche e decorative e altri articoli analoghi, d) repliche storiche di giocattoli, e e) riproduzioni di armi da fuoco reali;
      • attrezzature sportive, compresi pattini a rotelle, pattini in linea e skateboard destinati a bambini aventi una massa corporea superiore a 20 kg;
      • biciclette con un’altezza massima alla sella di oltre 435 mm, misurata in verticale dal suolo alla superficie superiore della sella con la sella in posizione orizzontale e regolata con il tubo reggisella posizionato alla profondità;
      • monopattini e altri mezzi di trasporto progettati per lo sport o che sono destinati a essere utilizzati per spostamenti sulla pubblica via o su percorsi pubblici;
      • veicoli elettrici destinati a essere utilizzati per spostamenti sulla pubblica via, su percorsi pubblici o sui marciapiedi degli stessi;
      • attrezzature nautiche da utilizzare in acque profonde e dispositivi per imparare a nuotare destinati ai bambini, come salvagenti a mutandine e ausili per il nuoto;
      • puzzle di oltre 500 pezzi;
      • fucili e pistole a gas compresso – eccetto i fucili ad acqua e le pistole ad acqua – e gli archi per il tiro con l’arco di lunghezza superiore a 120 cm;

Altri?

      • fuochi d’artificio comprese le capsule a percussione non progettate specificamente per i giocattoli;
      • giochi e prodotti con dardi appuntiti, quali giochi di freccette con punte metalliche;
      • prodotti educativi funzionali, quali forni, ferri da stiro o altri prodotti funzionali elettrici alimentati con tensione nominale superiore a 24 volt venduti esclusivamente per essere utilizzati a fini didattici, sotto la sorveglianza di un adulto;
      • prodotti destinati a essere utilizzati per scopi educativi nelle scuole e in altri contesti pedagogici sotto la sorveglianza di un educatore adulto, come ad esempio le apparecchiature scientifiche;
      • apparecchiature elettroniche quali PC e console di gioco usate per accedere a software interattivi e le relative periferiche, qualora le apparecchiature elettroniche o le relative periferiche non siano espressamente concepite per i bambini e ad essi destinate e non abbiano in sé un valore ludico come PC, tastiere, joystick o volanti appositamente progettati;
      • software interattivi destinati al tempo libero e all’intrattenimento, come giochi elettronici per PC e i relativi supporti di memorizzazione quali i CD;
      • succhietti per neonati e bambini piccoli;
      • apparecchi di illuminazione attrattivi per i bambini;
      • trasformatori per giocattoli;
      • accessori moda per bambini non destinati ad essere usati a scopo ludico

Ti interessa parlarne? Fatti richiamare.

Lascia i tuoi dati e sarai richiamato senza impegno.

4 + 6 =

Ascolta il podcast

Videotutorial su Marcatura CE e Giocattoli

Regolamenti e direttive

I giocattoli devono essere marcati CE, applicando le procedure che sono indicate in questo sito e sulle quali la nostra società fornisce assistenza e consulenza.

Puoi consultare i regolamenti e le direttive cliccando sui seguenti link:

Referenze

Possiamo farTi superare le difficoltà di un argomento complesso, con efficacia ed efficienza.

Prima di Te hanno lavorato con noi:

      • centinaia di aziende, proprio come la Tua
      • multinazionali che operano in vari settori produttivi, dal petrolifero all’oleodinamico
      • Guardia di Finanza
      • Polizia Tributaria
      • Carabinieri
      • Polizia di Stato
      • Dogane e spedizionieri

Consulta le nostre referenze per vedere con chi abbiamo lavorato.

Contattaci

Informazioni sulla marcatura CE, sulla sicurezza generale di tutti i prodotti ed i preventivi per eseguirla sono gratuiti!

Contattaci, riceverai sempre e comunque una risposta immediata!

La nostra esperienza sarà la Vostra tranquillità!

Se hai una webcam ci potremo anche vedere con Skype o altro strumento di videoconferenza, così non saremo solo una voce o una mail.

Telefonaci

Uff: +39 049 8875489

Cel: + 39 335 7815770

Invia una mail

carraro@marchioce.net

Skype

carraro@marchioce.net

I nostri orari

Dal lunedì al venerdì

dalle 8.30 alle 18.30

40 Commenti

  1. Sandra

    Salve! Sto creando dei puppazzi all’uncinetto e stavo pensando di metterli in vendita su uno dei siti per gli hobbisti. In questo caso servirebbe il marchio?

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, il marchio CE è obbligatorio per qualsiasi giocattolo.
      Cordiali saluti
      Ing. Carraro

      Rispondi
  2. Paganoni S.

    Buongiorno, io ho Ideato un nuovo gioco, uno dei giochi più belli della storia. non ho un azienda, non ho mezzi di produzione, non sono sul mercato. ho un budget limitatissimo.
    chiaramente l’obiettivo è arrivare ad inserirmi nel mercato regolarmente con un prodotto marchiato CE e via discorrendo. ma per ora non mi è possibile.
    Ad oggi produco in casa una limitata quantità che cedo a scopo promozionale e di test a conoscenti, amici intenti a condividere e supportare questo progetto.
    fornisco quindi un sacchetto in cotone stampato in casa con il gioco costituito da dadi in legno dipinti. tutto il materiale è commercializzato in europa e supposto atossico. chiaramente quando ci sarà una produzione strutturata e/o case produttrici si interesseranno all’idea, il tutto verrà certificato.
    Ad oggi, per poche decine di prodotti realizzati amatorialmente questo non è possibile.
    In previsione ho la partecipazione a eventi promozionali e piccole fiere. A questo livello di amatorialità che obblighi ho dal punto di vista della marchiatura CE, Ha senso indicare nellle note del foglietto illustrativo la natura prototipale del prodotto?
    Grazie.

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, la marcatura CE è obbligatoria per ogni tipo di gioco, a prescindere dal metodo di produzione.
      Mi sembra evidente che non si può parlare di prototipo, dato che Lei produce e vende questi giochi, il prototipo ha altri scopi.
      Non credo esistano i presupposti per poter regolarizzare questi prodotti alle condizioni attuali, quindi o continua in questo modo o smette del tutto, non esiste una via intermedia, la legge o si rispetta o non si rispetta, è come l’onestà, non è possibile essere un po’ onesti, o lo si è o non lo si è.
      Secondo me le conviene continuare come ha fatto fino ad ora.
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

      Rispondi
  3. marina

    buongiorno, sono un’artigiana e volevo vendere tra le altre cose, delle marionette in peluches da mano e da dito costruite interamente a mano. come posso fare per ovviare al problema della marcatura ce visto che ogni pezzo è diverso e non sono giocattoli ma pezzi unici di argigianato ?

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, non spetta a me dichiarare se questi prodotti siano o meno giocattoli, certo che vietarne l’uso ai minori di 14 anni, equivale a decidere di vendere i gelati solo alle persone con più di 18 anni. Il mio giudizio non vale nulla, ma bisogna vedere cosa ne pensa un eventuale autorità di controllo.
      La marcatura CE è un procedimento che una volta imparato si applica ad ogni singolo prodotto, sia industriale che artigianale, dato che è una procedura che deve e può fare Lei.
      Nel caso non li consideri giocattoli, deve comunque dimostrare che rispettano la direttiva 2001/95/CE “sicurezza generale dei prodotti”, il che equivale a dire che se una cosa non è zuppa, è però pan bagnato.
      Nessuno potrebbe vendere e nessuno dovrebbe acquistare nulla, che non sia garantito sicuro, poi sappiamo che la realtà è ben diversa.
      La saluto cordialmente
      ing. Carraro

      Rispondi
  4. Silvia

    Salve, vorrei realizzare libri tattili, di stoffa o cartone destinati come materiale di apprendimento, sia per bambini disabili all’interno di progetti scolastici utilizzati da educatori e assistenti, sia per bambini in età prescolare, da utilizzare insieme ai genitori o comunque sotto stretta sorveglianza di un adulto. E’ necessaria la certificazione CE? Grazie

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, ciò che è necessario per tutti i giocattoli è la marcatura CE.
      Per sapere se sono necessari dei certificati, che non sostituiscono la marcatura CE, ma la integrano, bisogna conoscere la situazione produttiva nello specifico.
      Nel caso abbia necessità di assistenza, no siamo a disposizione.
      Cordiali saluti
      ing. Carrar

      Rispondi
  5. Matteo

    Buonasera,
    Ho intenzione di realizzare dei giocattoli con materiali certificati da utilizzare all’interno di una attività commerciale ricreativa per bambini. Non essendo commercializzati ma solo utilizzati sui bambini all’interno dell’attività questi necessitano di marcatura CE?
    La ringrazio,
    Cordiali Saluti

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, la legge non parla di commercializzazione, questa è la situazione più comune, parla invece i “immissione in libera pratica” ovvero far utilizzare un prodotto a chiunque in qualsiasi modalità, quindi anche nel Suo caso è obbligatoria la marcatura CE.
      La saluto cordialmente
      ing. Carraro

      Rispondi
  6. dario

    gentilissimo ing. Carraro vorrei sapere come fare per poter ottenere il brevetto per la commercializzazione di prodotti assemblaggi e confezionati di dispositivi biomedici e in genere confezionamento di materie plastiche

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, non riesco a comprendere la Sua domanda quindi Le chiedo di contattarmi telefonicamente ai riferimenti presenti nel sito, così potremo chiarire le Sue necessità.
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

      Rispondi
  7. Ludovica

    Grazie mille, per la risposta celere ed esaustiva. Nel nostro caso per regolamentarci con la direttiva 2001/95/CE cosa dobbiamo fare, a chi rivolgerci e quanto costerà metterci a norma? grazie mille per la risposta e la sua disponibilità.

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Noi possiamo fornire l’assistenza, se vuole Le possiamo fornire un preventivo in relazione a questo lavoro.
      Ci contatti via mail a carraro@marchioce.net
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

      Rispondi
  8. Ludovica

    Salve Ing. Abbiamo realizzato una linea di portachiavi, destinata ad un pubblico adulto, in alcuni soggetti sono presenti delle sagome o dei pupazzetti elaborati creativamenti con elementi moda, non si presentano lontanamente come peluche. Tuttavia abbiamo letto sulle normative in corso, che alla stregua qls soggetto potrebbe anche vagamente rappresentare un pupazzetto è catalogato come giocattolo. C’è un modo per nn restare incastrati dentro questa normativa trappola, o tutti gli accessori moda adulti, dovremmo marcarli con il CE,come fossero giocattoli per bambini? Grazie mille per la disponibilità e cortese risposta .

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, premettiamo che ciò che deve fare il produttore nei confronti della sicurezza e pertanto della marcatura CE, è analogo in ogni caso, la differenza tra stampare o meno un logo non è certo determinante, ciò che cambia è la pericolosità in relazione all’uso.
      Se scrivo che un prodotto non è destinato e/o adatto ad un pubblico di meno di 14 anni, sono fuori dell’ambito di applicazione della direttiva giocattoli.
      Avrò sempre la direttiva 2001/95/CE da rispettare, ma questa ha vincoli diversi da quella.
      Ovviamente in questo modo escludo dai miei potenziali cliente tutti i minori di 14 anni, ma questo è possibile senza alcun problema.
      Ad esempio ci sono “giocattoli” da collezione che possono essere esclusi dalla direttiva giocattoli.
      La saluto cordialmente
      ing. Carraro

      Rispondi
  9. Romolo Anzillotti

    Siamo un ufficio tecnico
    a cui è stato richiesto di certificare giocattoli,abbiamo trovato il Vs. indi-rizzo su internet, vorremmo seguire l’iter per ottenere la marcatura CE.
    Cordiali saluti
    STC Srl

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, La ringrazio per l’attenzione, dato che sarebbe un po’ lungo spiegare tutto l’iter di marcatura CE, che comunque può trovare nel nostro blog, Le ho già inviato un preventivo che illustra come fare la marcatura CE ed anche la quotazione per la nostra consulenza.
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

      Rispondi
  10. Antonella

    Egregio Ing. Carraro,
    la contatto a nome di una cooperativa sociale di tipo A che vorrebbe produrre giocattoli a mano direttamente creati da persone con disabilità, denominati sussidi, come funziona l’ottenimento del marchio CEE? Quanto costerebbe farlo? abbiamo già predisposto un foglio illustrativo.
    Attendo notizie in merito
    La società è di Taranto
    cordiali saluti

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, come per tutte le autorità e le onlus noi lavoriamo pro bono, quindi Le invierò il preventivo per illustrare il lavoro, ma senza alcuna cifra indicata, nei limiti del possibile cerchiamo di essere socialmente utili.
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

      Rispondi
  11. Carmen

    Salve abbiamo realizzato dei pupazzi venduti in kit, fatti di cartone. Nel kit sono inclusi anche i fermabuste per montare i pezzi. Il gioco consiste semplicemente nel montare i pezzi, scambiandoli anche fra i diversi kit, e poi decorarli secondo la fantasia. Vorremmo commercializzare il prodotto. Di cosa abbiamo bisogno? Abbiamo redatto un “bugiardino” con le indicazioni necessarie ma per il resto…
    Grazie per la sua risposta.

    ps.siamo una srl

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, per poter commercializzare questo prodotto è necessario predisporre il fascicolo tecnico, ovvero tutta la documentazione che dimostra che il processo di marcatura CE è stato eseguito correttamente.
      Il manuale, che deve corrispondere ai criteri di legge, è una della parti che compongono il fascicolo tecnico, ma ce ne sono altre.
      Nel caso sia di Suo interesse, noi forniamo la consulenza per la preparazione del fascicolo tecnico, è una della nostre attività.
      La ringrazio e La saluto cordialmente
      ing. Carraro

      Rispondi
  12. leani damiano

    Salve! Ho realizzato alcuni giocattoli in legno per mio figlio e stavo pensando di provare a farne altri e magari aprire un negozio online. Ma per la marcatura CE cosa bisognerebbe fare ? Ed è abbastanza questa o ci vogliono altre certificazioni?

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, questi prodotti hanno la necessità di essere marcati CE, se poi sono necessari test di laboratorio o meno dipende dai materiali utilizzati, dai metodi di lavorazione ed ovviamente dal risultato finale.
      Nel caso desideri avere informazioni dettagliate ci contatti all’indirizzo carraro@marchioce.net
      La ringrazio e La saluto cordialmente
      ing. Carraro

      Rispondi
  13. fornaro guido

    salve ho un dubbio da risolvere. I giocattoli per cani ( PET ) devono avere il marchio CE?

    ho comprato in un negozio di animali un classico osso in gomma nera. Purtroppo dopo pochi minuti buona parte dell’osso era rosicchiata. L’interno dell’osso ha una puzza tremenda di solvente. Probabilmente si tratta di plastica riciclata con solventi.

    Sulla confezione non ci sono indicazioni particolari, neanche il paese di produzione.

    Vi ringrazio anticipatamente per le vs indicazioni

    guido

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve i prodotti per animali non devono essere marcati CE, a meno che non siano elettrici/elettronici. Però devono rispettare la 2001/95/CE e questo evidentemente non la rispetta. Si rivolga alla GdF, perché penso sia pericoloso.
      Cordiali saluti.
      Ing. Carraro

      Rispondi
  14. Donata

    Buonasera.
    Una mappa con un foglietto di adesivi, quindi un prodotto editoriale, devono essere marcati CE?
    Quanto tempo, eventualmente, è necessario prevedere per aver una marcatura?
    Grazie mille
    Donata

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, se è una mappa destinata ai maggiori di 14, non necessita di marcatura CE, ma deve rispettare la direttiva 2001/95/CE “sicurezza generale dei prodotti”.
      Se invece può essere usata anche da minori di 14 anni per gioco, deve essere marcata CE secondo la direttiva giocattoli.
      Grazie per l’attenzione cordiali saluti
      ing. Carraro

      Rispondi
  15. Diego D'ubaldi

    Salve ingegniere sono il titolare di una falegnameria che realizza arredamenti su misura, da qualche tempo abbiamo pensato di creare una linea di prodotti dedicata ai bambini nello specifico tavoli, sgabelli,box portagiochi, come può visionare sul nostro sito http://www.cucusette.it
    Questi prodotti sono destinati alla vendita a privati per uso domestico, è obbligatoria la marcatura CE?Se si che cosa devo fare?

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, i giochi per bambini devono essere marcati CE a prescindere dalla modalità di vendita e dal tipo di cliente a cui ci si rivolge.
      Nel caso Lei sia interessato può inviarmi una mail a carraro@xvoi.net e Le invierò un preventivo nel quale sono indicati tutti i passi per arrivare la marcatura CE.
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

      Rispondi
  16. stefano

    Salve ingegnere. ho progettato e relizzato un circuito elettrico che fa da filtro a bassisme tensioni (9V), sto parlando di modelli elettrici. se volessi mettere in commercio questo prodotto come “optional” a chi vuole migliorare le prestazioni dei suoi modelli. sono obbligato a certificare quest’assembalggio? se si che tipo di pratiche dovrei intraprendere?

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Buongiorno, non capisco esattamente il significato di “modelli elettrici”, ma il fatto stesso che funzionino con energia elettrica, a prescindere che siano o meno giocattoli, obbliga alla marcatura CE dell’intero prodotto e di parti optionali, qualora queste siano vendute separatamente.
      Mi pare che questo sia il Suo caso e quindi la risposta è affermativa, il Suo prodotto deve essere marcato CE.
      Le procedure sono illustrate nel blog, nel caso avesse necessità ci può contattare direttamente per un’eventuale consulenza.
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

      Rispondi
  17. enzo

    mi piacerebbe inserire nel mio negozio di giocattoli un macchinario che produce peluche all’istante e a richiesta ! di quelli tipo americani http://www.buildabear.com/shopping/
    è possibile farlo? con i certificati dei prodotti usati potri avere il marchio ce da apporre all’istante?

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, innanzitutto deve essere marcata la macchina e questo lo deve fare chi la importa, inoltre i singoli articoli confezionati devono essere marcati CE. Cordiali saluti.
      Ing. Carraro

      Rispondi
  18. Francesco Fratepietro

    Salve mia moglie lavora come assistente in una cooperativa di persone disabili, vorrebbero far creare a questi ragazzi dei coriandoli per commercializzare,sono soggetti a marcatura e se si come devono fare. Grazie

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, mi contatti alla mail che trova sul sito.
      Grazie

      Rispondi
  19. Luca Macelloni

    Salve,stò realizzando un gioco da tavolo destinato ad un pubblico adulto con più di 14 anni,contenente piccole parti quali statuette in metallo e fiches in gomma.Volevo sapere sè sono tenuto ad apporre la marcatura ce,è possibile commercializzare il prodotto come oggetto da modellismo?in questo caso necessito comunque di marcature?
    Nell’attesa di una sua cortese risposta,ringraziandola anticipatamente,porgo cordiali saluti.
    Luca Macelloni

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, la risposta tecnica cioè rigorosa alla Sua domanda è NO, se il prodotto non è destinato ai minori di 14 anni non è gioco e non deve essere marcato CE.
      Approfitto però dell’occasione per ribadire ancora una volta che non c’è sostanziale differenza per gli obblighi del produttore, tra un prodotto che deve essere marcato CE ed uno come nel Suo caso che non ha questo obbligo.
      Lei infatti DEVE rispettare la direttiva 2001/95/CE, che è praticamente analoga a tutte le direttive sulla marcatura CE, ma non prevede l’applicazione del marchio.
      Quindi in fin dei conti dal punto di vista commerciale è più conveniente considerarlo gioco e marcarlo CE, ampliando così il mercato di destinazione, piuttosto che escludere i minori di 14 anni e dover comunque adempiere agli stessi obblighi.
      La pericolosità del prodotto, non cambia se si cambia la direttiva di riferimento, al massimo si modifica la destinazione d’uso.
      Cordiali saluti.

      Rispondi
  20. Paola Roselli

    Salve,
    se realizzo io stessa giocattoli artigianali da vendere on-line di cosa ho bisogno?Non sono nè un’azienda nè un marchio.Si può fare o c’è bisogno di una certificazione?

    Rispondi
    • Renato Carraro

      Salve, non capisco come potrà vendere i prodotti senza fatturarli e quindi senza partita iva, ma questa è una cosa che non capisco io, quindi non è un problema e non è neppure il mio ambito di lavoro, per quanto riguarda la marcatura CE di questi prodotti, Lei la deve fare e quindi deve applicare le procedure previste dalla legge.
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *